• Movie review,  Storie

    Sognare Gagarin inconsciamente Cantemir

    Ci sono pochi film autobiografici passati in sordina, e uno di questi è la straordinaria e cosmonautica vicenda di Yurij Gagarin: primo <uomo> nello spazio. L’esordio cinematografico di Pavel Parkhomenko è un delizioso lungometraggio intriso di frequenti flashback che dipanano la vicenda in modo significativo-cronologico, rimandando la possibilità di giudizio ai titoli di coda. Lo spettatore viene proiettato anima e corpo in questa vicenda fino a farne parte, e attendere col fiato sospeso fino al famosissimo “lancio nello spazio” del 12 aprile 1961: la liberazione. Lo sguardo del regista però si fa centrale focalizzandosi sull’impreparazione tecnica dell’epoca e il notevole rischio assunto dai tecnici, in primis, e poi, secondariamente, del…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi